In offerta!

Cibo. Ossessioni per il nuovo millennio

12,00 10,00

Molte parole chiave (o d’ordine?) dell’agro-alimentare sono al giorno d’oggi entrate nell’uso comune: km zero, filiera corta, tracciabilità, cultivar, territorio e terroir. Ma anche etnico e fusion, fast e slow, finger e street food (con i loro food truck), “eco” (sostenibile o compatibile), dieta mediterranea, vegetariano
(anzi: vegano; anzi: vegan), crudismo e crudità (o crudité), carpaccio, lievito madre e lievitazione naturale. Oppure, per quanto riguarda il vino, barrique e barricato, morbido, rotondo, sentore, “al naso”, bollicine: termine che una volta si usava solo con i bambini per le bibite gassate e ora fa da sinonimo di spumanti e champagne. Per non dire del famigerato “ogm”, che del biologico è un po’ considerato l’alter ego negativo!

Descrizione

Molte parole chiave (o d’ordine?) dell’agro-alimentare sono al giorno d’oggi entrate nell’uso comune: km zero, filiera corta, tracciabilità, cultivar, territorio e terroir. Ma anche etnico e fusion, fast e slow, finger e street food (con i loro food truck), “eco” (sostenibile o compatibile), dieta mediterranea, vegetariano
(anzi: vegano; anzi: vegan), crudismo e crudità (o crudité), carpaccio, lievito madre e lievitazione naturale. Oppure, per quanto riguarda il vino, barrique e barricato, morbido, rotondo, sentore, “al naso”, bollicine: termine che una volta si usava solo con i bambini per le bibite gassate e ora fa da sinonimo di spumanti e champagne. Per non dire del famigerato “ogm”, che del biologico è un po’ considerato l’alter ego negativo!
Certe volte davvero “basta la parola”: qualunque cuoco è ormai chef, un po’ come i sarti sono diventati stilisti. […] La riflessione proposta da questo saggio è, quindi, quanto mai opportuna. Non possiamo, vogliamo né dobbiamo sottrarre il cibo a una culturalizzazione che, come sottolinea l’autrice, gli è consustanziale (appena superata la fase in cui si mangia solo per sfamarsi e sostenersi, ovviamente): anzi, quello che noi intendiamo con il termine “cultura” nasce grazie ad alcune innovazioni tra le quali proprio la cottura, la coltivazione e l’allevamento furono essenziali […]. Non a caso il focolare che riscalda, difende, illumina e cuoce è, assieme alla ruota, l’icona che più istintivamente poniamo accanto all’uomo che comincia la sua evoluzione dallo stato primitivo.
(dall’introduzione di Marco Ferrazzoli)

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 21 x 15 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cibo. Ossessioni per il nuovo millennio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *