Il superdisabile

Dalle cronache giornalistiche alle trasmissioni televisive, dal cinema allo sport, sempre più persone con disabilità divengono protagonisti pubblici e molti cosiddetti “supercrip” (traducibile in italiano come “superdisabili”) sono diventati modelli di notorietà planetaria. Personaggi come Alex Zanardi, Bebe Vio, Giusy Versace e Nicole Orlando – con le loro imprese – sono in grado di ispirare autostima, fiducia e proattività in chi vive condizioni di handicap, invalidità, menomazione.

I limiti alla crescita

ll bestseller che infiammò la comunità

scientifica nel 1972 e fu la pietra miliare

di studi e rapporti sullo stato di salute

del pianeta negli anni successivi.

Oggi viene ristampato in occasione

dei 50 anni del Club di Roma, che ne

commissionò la pubblicazione.

Apocalottimismo

La questione energetica e ambientale, insieme a quella economica, costituiscono un mix che potrebbe rivelarsi fatale per la nostra civiltà. Per migliorare la consapevolezza dei cittadini, abbiamo creato la collana di libri che abbiamo chiamato Apocalottimismo. L’apocalottimista è una persona consapevole del fatto che tutto andrà male (l’espressione originale in inglese è decisamente più colorita…), ma che ancora pensa che le cose torneranno, in diverso modo, a posto.

Viaggiare elettrico

La rivoluzione della mobilità è già partita:

siamo solo agli inizi, ma il boom delle

immatricolazioni di mezzi a propulsione

ibrida o elettrica pura è una realtà…

Novità editoriale

Il superdisabile

Analisi di uno stereotipo

Autori: M. Ferrazzoli, F. Gorini, F. Pieri

Novità editoriale

I limiti alla crescita

Rapporto del System Dynamics Group del MIT per il progetto del Club di Roma sulla difficile situazione dell’Umanità

Autori: D. H. Meadows, D. L. Meadows J. Randers, W. W. Behrens III

Introduzione di Alexander Stefes
Prefazione alla prima edizione italiana di Aurelio Peccei, con saggi introduttivi di Ugo Bardi e Gianfranco Bologna

Prossima uscita

La lunga discesa

Una guida per la fine dell’età industriale

Autore: John Michael Greer

Gli americani esprimono profonda preoccupazione per la dipendenza degli Stati Uniti dal petrolio, l’aumento dei prezzi dell’energia e la minaccia dei cambiamenti climatici. A differenza della crisi energetica degli anni ’70, tuttavia, c’è il fondato timore che i tempi siano cambiati e la crisi potrebbe non essere facilmente risolta.

Far luce, gettar luce. Espressioni che stanno all’origine
di una metafora della conoscenza come visione