Ada Lovelock è uno pseudonimo. Nasce dall’incrocio tra Ada Lovelace (Londra 1815-1852) e James Lovelock (nato nel 1919). La prima è nota soprattutto per il suo lavoro alla macchina analitica ideata da Charles Babbage e, tra i suoi appunti su questo “protocalcolatore”, si rintraccia un algoritmo per generare i numeri di Bernoulli, considerato come il primo algoritmo espressamente inteso per essere elaborato da una macchina. Per questo Ada Lovelace è spesso ricordata come la prima programmatrice di computer al mondo. Il secondo è uno scienziato (un chimico di formazione) indipendente, scrittore e ricercatore ambientalista che vive in Cornovaglia, nel sud ovest dell’Inghilterra.
Il suo maggiore merito scientifico è la teoria di Gaia che descrive il pianeta Terra, con tutte le sue funzioni, come un unico superorganismo. Poiché questo racconto narra di una Intelligenza Artificiale - la cui progenitrice potrebbe essere Ada Lovelace - che affida a se stessa il compito di salvare il genere umano, era il caso di fare incontrare e fondere virtualmente questi due scienziati, la cui assonanza, reale, del cognome e la parte che in comune hanno - “Love” - dovrebbe indurci ad amare di più il pianeta su cui viviamo e quindi noi stessi.

Ecco i libri di Ada