Stefano SiboniLaureato in fisica presso l’Università di Bologna nel 1987 con una tesi di fluidodinamica intitolata Interazione di vortici puntuali, ha poi conseguito il dottorato in fisica nel 1992 presso lo stesso ateneo con una tesi di dinamica non lineare dal titolo Rilassamento all’equilibrio di un sistema mixing e analisi di un modello di diffusione modulata, a conclusione un’attività di ricerca svolta in parte presso il Centre de Physique Théorique del CNRS di Luminy, Marseille (France).

Ricercatore confermato di Fisica matematica (settore disciplinare MAT/07) presso l’Università di Trento nel 1998, dal 2008 è professore associato confermato di Fisica matematica presso lo stesso ateneo. Si occupa di sistemi dinamici, teoria ergodica e da molti anni di metodi di calcolo per la determinazione dell’energia libera superficiale dei solidi e la caratterizzazione delle proprietà della bagnabilità dei materiali, con i relativi risvolti sperimentali (angolo di contatto, o di Young). Interessi di ricerca più recenti riguardano i metodi per valutazione dell’EROI (Energy Return on Investment) delle fonti energetiche e i metodi numerici per il calcolo delle proprietà chimico-fisiche dei nanocristalli metallici, con potenziali applicazioni nel campo della catalisi.

 

Ecco i libri di Stefano