I limiti alla crescita

12,00

I limiti alla crescita – riedizione de I limiti dello sviluppo del 1972 – non ha bisogno di particolari introduzioni. Lu::Ce edizioni ha voluto cogliere l’anniversario dei 50 anni del Club di Roma per ristampare il saggio che infiammò il dibattito scientifico negli anni ’70 e mise – per la prima volta in assoluto – la comunità scientifica e forse l’Umanità intera di fronte ai pericoli dell’eccessivo sfruttamento delle risorse, combinato con un aumento della popolazione mondiale fuori controllo.

Un “classico” su cui si continua a discutere, oggi con due saggi introduttivi di Ugo Bardi e Gianfranco Bologna.

Descrizione

I limiti alla crescita – riedizione de I limiti dello sviluppo del 1972 – non ha bisogno di particolari introduzioni. Lu::Ce edizioni ha voluto cogliere l’anniversario dei 50 anni del Club di Roma per ristampare il saggio che infiammò il dibattito scientifico negli anni ’70 e mise – per la prima volta in assoluto – la comunità scientifica e forse l’Umanità intera di fronte ai pericoli dell’eccessivo sfruttamento delle risorse, combinato con un aumento della popolazione mondiale fuori controllo. Un testo che ha resistito al tempo ed è diventato la pietra miliare degli studi sulla complessità. Un “classico” su cui si continua a discutere, oggi con due saggi introduttivi di Ugo Bardi e Gianfranco Bologna.


Qui di seguito qualche link utile:

  • Il sito del Club di Roma
  • 6 ottobre 2020: al festival “Green & Blue” l’intervista della giornalista di Repubblica Cristina Nadotti alla co-presidentessa del Club di Roma Sandrine Dixson-Declève e il suo auspicio che tutta la classe politica (soprattutto quella italiana “erede” di Aurelio Peccei) “faccia la sua parte” in un momento così importante. E soprattutto, il messaggio molto esplicito: che la si smetta di parlare di “crescita in(de)finita”… Speriamo che queste due presidentesse riescano laddove molti hanno fallito… (a questo link l’intervento).

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 15 × 21 cm